Ciao Luca e ciao Team Learnn, vorrei intanto farvi i miei complimenti per il lavoro che state portando avanti. State raggiungendo un livello veramente ECCEZIONALE.

Tempo fa Luca ha pubblicato una posizione di Full Stack Content Manager e, da come ho visto, qualcosa non ha funzionato.

Sono certa che a breve Luca sentirà nuovamente l’esigenza di cercare una persona che si occupi di documentare e raccontare quello che avviene dietro le quinte di Learnn e dunque…

eccomi qui.

(Non è che abbia grandi poteri paranormali, Luca stesso me l’ha confermato in un messaggio inviato nella chat Telegram di NZTeam)

Bene Luca.

Devi sapere che sono stata una delle 232 persone che ha inviato la sua candidatura lo scorso settembre.

Purtroppo non sono passata neanche alla seconda fase della selezione e, a posteriori, non è che ne sia rimasta troppo stupita.

Non ti ho minimamente raccontato dei risultati raggiunti con il mio lavoro e ho più che altro parlato della mia esperienza personale e non di cosa potrei fare per Learnn.

Quindi oggi vorrei rimediare 🙂

Ma prima voglio mettere subito le mani avanti…

3 principali motivi per cui ti sconsiglio di assumermi

#1 Non so vendermi

Ma zero proprio. Se la maggior parte delle persone mette subito in luce i suoi punti di forza e cerca di non parlare dei suoi punti deboli, io faccio esattamente il contrario. In effetti lo sto facendo anche ora.

#2 Non ho un personal brand

Non ho un profilo da migliaia di followers e non ho un personal brand.

#3 Sono appassionata di tante e differenti cose, per cui più che una T-shaped person sono una inverse-L shaped person

La proporzione tra il numero di cose che mi interessa e mi appassiona cresce in forma lineare, mentre nel frattempo sviluppo la mia verticale.

Qual è la mia verticale?

La mia verticale è il motivo per cui voglio rendermi utile alla crescita di Learnn.

Il Content, il Contenuto.

Il lavoro che state facendo con i webinar è eccezionale. I corsi che stanno entrando dentro a Learnn ancora di più.

Ma ci sono due asset che ancora non stiamo sfruttando al 100%.

Il sito di Learnn e il Blog Learnn.

È su questi che vorrei lavorare per contribuire alla crescita di Learnn.

3 idee per contribuire alla crescita di Learnn

#1 Sbobiniamo i corsi in Learnn, prendiamo il COSA e mettiamolo nero su bianco. Anzi, bianco su nero.

Cosa è Growth Hacking, cosa è Digital Public Speaking, cosa è Content Marketing, eccetera…

Creiamo un piano editoriale di articoli pillar in cui spieghiamo il COSA, ma non il COME. Creiamo altrettanti articoli CLUSTER che vadano ad approfondire il COSA.

Pubblichiamo gratuitamente tutto questo materiale che vale oro, posizioniamo Learnn.com su Google, rendiamolo rilevante per le ricerche organiche, acquisiamo traffico qualificato, facciamoli entrare in Learnn.

Lavoriamo insomma su questo qui sopra.

La mia verticale, la stanga della inversed-L di cui ti parlavo è infatti il CONTENT lato SEO. L’ultimo progetto su cui ho lavorato, che è un progetto completamente personale, è un portale verticale di summer camp in Italia che in un solo anno di vita ha raggiunto oltre 150.000 visitatori completamente in organico. Lo scorso anno (il secondo), nonostante il Covid, il traffico organico dai motori di ricerca è cresciuto del 300%, arrivando a generare oltre 1 milione di visualizzazioni di pagina in tutto l’anno.

Lavoro inoltre per un’azienda di formazione di Milano che vive al 90% di vendite su traffico acquisito grazie a un lavoro di posizionamento SEO. Siamo tra le prime aziende in Italia per le ricerche inerenti a corsi di formazione BTC.

Ho letto in qualche tuo articolo che preferisci circondarti di persone provenienti dai contesti più disparati in modo che venga fuori la giusta commistione di idee, proposte, sviluppo.

Ecco, io lavoro in un’azienda che fa formazione, ma niente a che vedere con quello che fa Learnn.

Ho lavorato per clienti più o meno grandi (hotel, medici, liberi professionisti, eccetera) sempre occupandomi dello sviluppo SEO, ma anche dello sviluppo digitale vero e proprio.

Mi piace scrivere newsletter e negli ultimi mesi mi sto focalizzando molto sull’e-mail marketing.

Negli ultimi tre mesi in particolare, con il mio progetto di cui ti parlavo, ho sviluppato una strategia di acquisizione contatti dal nostro sito.

Come mai se ho iniziato dei progetti personali voglio lavorare per Learnn, con Learnn?

Ho iniziato a voler lanciare dei progetti personali perché sento la necessità interiore di testare, provare, imparare e mettermi alla prova sul campo, soprattutto quando non ho limiti imposti dall’esterno.

 

Cosa posso fare per Learnn?

Posso elaborare un piano editoriale performante a livello di posizionamento su Google per lavorare sull’acquisizione di traffico organico ai fini della lead generation.

Posso passare dalla teoria alla pratica e occuparmi di copywriting, scrivendo guide, articoli, e-book, newsletter e tutto quello di cui avrà bisogno Learnn per crescere.

L’obiettivo è portare il sito web di Learnn e il blog di Learnn ad acquisire nel tempo una crescita costante di traffico organico proveniente dai motori di ricerca e diventare un punto di riferimento editoriale per contenuti di qualità eccellente su tutti i temi legati al digitale.

Me lo immagino più o meno così:

Per ogni corso di Learnn sarà necessario produrre una serie di contenuti scritti concatenati, con una logica PILLAR-CLUSTER (articolo PILLAR principale sul Growth Marketing – serie di articoli CLUSTER sugli argomenti correlati)

Partiremo dai contenuti che abbiamo già e andremo a sviluppare articoli che rispondano a intenti di ricerca legati a quei contenuti, e non viceversa.

Per spiegarmi meglio, partiremo dai corsi che abbiamo già in Learnn e li “sbobineremo” (passami il termine”) in forma scritta per quanto riguarda le principali domande che si può fare una persona in target con Learnn.

Utilizzeremo tutti questi articoli come ulteriori porte di ingresso a Learnn, portando nuovi iscritti all’interno della piattaforma, magari persone che più che informarsi utilizzando i video sui social network, preferiscono leggere contenuti di tipo long-form, guide ed e-book.

 

#2 Raccontiamo da dentro cosa fa il Team, quali sono gli obiettivi di crescita, come viene diviso il lavoro, quali sono le nostre procedure.

Rendiamo quindi tutti direttamente partecipi del dietro le quinte, come avevi detto di voler fare a settembre, quando stavi cercando un Full Stack Content Manager.

Avviciniamo i nostri iscritti alle persone di Learnn, a chi sono, quali sono i loro obiettivi, qual è il loro metodo di lavoro. Apriamo dei Q&A diretti con i membri del team e i nostri iscritti.
Cosa vorresti chiedere a Omar? Cosa a Susanna?

Insomma, documentiamo il processo attraverso articoli, interviste, stories e retroscena.

 

#3 Creiamo un percorso di apprendimento digitale specificatamente pensato per completi principianti.

La terza e ultima idea riguarda i contenuti solo trasversalmente, ma vuol essere più che altro una proposta da implementare all’interno di Learnn.

Oltre ai nativi digitali e ai professionisti che già sono in Learnn, sarebbe molto interessante riuscire a rivolgersi a quelle persone, spesso piccoli e medi imprenditori nati tra gli anni Cinquanta e Sessanta, che non capiscono NIENTE di digitale e dare loro gli strumenti per distinguere persone capaci da venditori di fuffa.

Sono poi quelle stesse aziende che più che mai hanno bisogno di digitalizzarsi e potranno farlo solo se troveranno persone DAVVERO competenti (e in questo la base dati dei professionisti dentro Learnn sarebbe un ottimo inizio).

Le mie skills

  • SEO – Content 90% 90%
  • Copywriting 80% 80%
  • Web-Editing 90% 90%
  • E-mail Marketing 80% 80%
  • WordPress 85% 85%
  • Joomla 90% 90%
  • Photoshop 80% 80%
  • Canva 90% 90%
  • Video Editing 70% 70%

Luca, se ancora hai in mente di sviluppare il Team Content e sei alla ricerca di qualcuno di estremamente motivato, flessibile e disponibile, con competenze in SEO, lead generation e copywriting (e altro, grazie anche a Learnn)… davvero puoi contare su di me. 

 

elena.assirelli@gmail.com